Print this chapterPrint this chapter

Introduzione

Risorse

In questa pagina potrai trovare una serie di risorse e approfondimenti utili, inerenti ad alcuni degli argomenti trattati all’interno di NoiBene.

1. Psicologia Positiva

La Psicologia Positiva è una disciplina orientata alla promozione del benessere e alla crescita personale. Il suo approccio è molto innovativo proprio perché, invece che focalizzarsi sulla cura dei singoli disturbi, si concentra sulla valorizzazione delle risorse e sul miglioramento delle competenze, al fine di aiutare la persona a vivere meglio e a perseguire più efficacemente i propri obiettivi e i propri valori.
Di seguito, troverai dei link ad alcune interessanti risorse che ti permetteranno
di approfondire questo argomento.

1.1  Video-lezioni 

Nel seguente video, Martin Seligman, uno dei fondatori della psicologia positiva, illustra le caratteristiche di questa disciplina e del suo approccio rivoluzionario. 




What makes you happy è una playlist di video in cui, alcuni esperti del settore parlano della felicità e dei suoi ingredienti più importanti.
Di seguito troverai uno dei video che fanno parte della playlist, se invece sei interessato a guardare la playlist per intero, clicca qui!




1.2 Il corso online di Sonja Lyubomirsky

Be Happy è un corso online gratuito in inglese, curato dalla dottoressa Sonja Lyubomirsky, autrice del libro The How of Happiness. 
Durante il corso vengono proposti esercizi scientificamente testati, che si sono dimostrati utili ad aumentare i livelli di felicità delle persone. 
Qui puoi trovare la pagina del corso, dove potrai guardare un video di presentazioni e iscriverti.




1.3 Centri, Organizzazioni e Associazioni


Positive Psychology Center 

Il Positive Psychology Center è un centro di ricerca diretto da Martin Seligman e dedicato specificamente all'addestramento, all'educazione e alla ricerca nell'ambito della Psicologia Positiva.
Clicca qui per esplorare il sito del centro.
Il Positive Psychology Center ha inoltre sviluppato anche un altro sito, chiamato  Authentic Happiness con l'obiettivo di permettere a chiunque di documentarsi sulla Psicologia Positiva, per mezzo di una serie di risorse gratuite, come video, ricerche e questionari. Clicca qui per dare un'occhiata.


Società Italiana di Psicologia Positiva (SIPP)

La Società Italiana di Psicologia Positiva è una società senza scopo di lucro che si occupa della diffusione della teoria e della prassi della Psicologia Positiva e della promozione della ricerca relativa a questo campo. 
Qui puoi trovare il sito della SIPP. 


European Network for Positive Psychology (ENPP)

L'ENPP è un'organizzazione non-profit, nata con l'obiettivo di mettere in contatto i ricercatori interessati alla Psicologia Positiva a livello europeo, incoraggiando la condivisione del sapere legato a questa disciplina.
Clicca qui per navigare nel sito dell'ENPP.


International Positive Psychology Association (IPPA)

L'IPPA è un'associazione che ha come scopo facilitare la condivisione a livello internazionale delle conoscenze e delle ricerche legate alla Psicologia Positiva e permettere la collaborazione degli esperti e dei ricercatori che si addentrano in quest'ambito.
Ecco qui il sito dell'IPPA.



2. Il Pronto Soccorso Emotivo di Guy Winch

Quando ci tagliamo il dito col bordo affilato di un foglio di carta, sperimentiamo immediatamente una sensazione di dolore, ma sappiamo benissimo come intervenire: apriamo subito il nostro armadietto dei medicinali, tiriamo fuori cerotti e disinfettante e provvediamo immediatamente a medicare la ferita.
Quando invece ci capita di essere rifiutati da un potenziale partner, di andare male ad un esame importante, di perdere una persona cara o, più semplicemente, di non ricevere gli auguri di compleanno dal nostro migliore amico, di sentirci esclusi dal nostro gruppo, di soffrire di solitudine o di fare i conti con la fine di una relazione importante spesso non abbiamo idea di come comportarci. Non abbiamo un armadietto dove cercare un rimedio adeguato e, spesso, se facciamo qualcosa, finisce col rivelarsi inutile o addirittura controproducente.
E allora che si fa?Non ci pensare, passerà! ci rassicurano amici e parenti. 
E invece non è detto che sia così, perché anche queste comuni ferite psicologiche, se non trattate, possono aggravarsi e diventare pericolose per la nostra salute psicofisica.

E' questo il ragionamento che Guy Winch fa nel suo libro Emotional First Aid, quando propone al lettore dei rimedi per le più comuni ferite psicologiche quotidiane.
L'intento dello psicoterapeuta americano è proprio quello di costruire un equivalente psicologico dell'armadietto dei farmaci di cui parlavamo prima, una cassetta di pronto soccorso psicologico a cui ricorrere immediatamente in caso di emergenza. 
Nel seguente video, Guy Winch spiega il suo approccio alle ferite psicologiche e al pronto soccorso emotivo.





3. La Comunicazione Non Violenta di Marshall Rosenberg 

Le modalità violente (sia psicologiche sia fisiche) con cui affrontiamo gli altri e ci relazioniamo con loro ci vengono fornite dalla nostra cultura che molto spesso tende a comunicarci un messaggio sbagliato che ci porta a non soddisfare i nostri bisogni e i nostri diritti da un lato, e dall’altro ci spinge a farlo senza però soffermarci minimamente su quanto provano gli altri. 
Secondo Marshall Rosenberg, psicologo statunitense e ideatore del processo di comunicazione assertiva chiamato CNV Comunicazione non Violenta (1960), alla base di questi stili comunicativi ci sono dei bisogni non riconosciuti o un'incapacità nel soddisfarli. 
L’ obiettivo della comunicazione non violenta e dell’assertività in generale è riuscire a raggiungere la soluzione migliore e più conveniente per entrambi gli interlocutori. Quando la nostra richiesta non è un ordine, ma è la proposta di una soluzione possibile, saremo capaci di accettare la risposta dell’altro, qualsiasi essa sia, permettendogli di esprimere con chiarezza i suoi sentimenti e bisogni e di farci a sua volta un’altra richiesta che ci lasci la libertà di non essere d’accordo. Partendo dalla consapevolezza dei nostri bisogni reali e dei nostri diritti, impariamo a formulare delle richieste complete, efficaci, empatiche, rispettando noi stessi e gli altri. Impariamo a chiedere evitando di dare ordini, manipolare o cercare di obbligare l’ altro a fare ciò che vogliamo. Andremo ad esprimere quello che desideriamo e lo otterremo più facilmente.

Ecco un video in cui Marshall Rosenberg parla della Comunicazione Non Violenta. 




4. State of Mind - Il Giornale delle Scienze Psicologiche

State of Mind è un giornale online dedicato a psicologia, psicoterapia, psichiatria e attualità, curato da clinici e ricercatori di orientamento prevalentemente cognitivo.
Clicca qui per esplorare il sito di State of Mind!