News del sito

Come affrontare l'isolamento?

 
Picture of Micaela Di Consiglio
Come affrontare l'isolamento?
by Micaela Di Consiglio - Tuesday, 31 March 2020, 4:58 PM
 


In questo periodo difficile ci è stato chiesto di stare a casa e di limitare (o meglio annullare) la nostra vita sociale; la maggior parte di noi ha saggiamente e coraggiosamente deciso di rispettare tale misura imposta dal nostro governo, e di sicuro farlo non è facile come dirlo: può capitare di sentirsi soli, annoiati, tristi, preoccupati e senza speranza. Tuttavia non siete soli: questa situazione che stiamo attraversando riguarda la nostra nazione, dunque le varie preoccupazioni appartengono a numerosissime persone, così come lo sforzo di rimanere a casa è collettivo.

Non sappiamo con esattezza e precisione cosa succederà, ma sappiamo con certezza che questo momentaneo sacrificio è utile a contenere l’epidemia; ma, nonostante questa consapevolezza, l’isolamento non è semplice da sopportare, e può provocare tristezza e depressione. Come affrontare dunque tutto ciò? Robert L. Leahy, direttore dell’ “American Institute for Cognitive Therapy” di New York, ci suggerisce 10 step: 

  1. Normalizza i tuoi sentimenti: impara ad accettare i sentimenti negativi che stai provando, non riguardano solo te ma la maggior parte delle persone che si trovano nella tua stessa situazione; è dunque normale sentirsi tristi, depressi, scoraggiati e spaventati: sono giorni difficili ed è una situazione nuova per tutti noi, è normale preoccuparsi e sentirsi giù, e abbiamo il diritto di farlo, però possiamo anche cercare dei modi per stare meglio, agendo su tutti quei fattori che possiamo controllare direttamente
  2. Rimani in contatto con amici e parenti: nonostante l’isolamento non perdere i contatti sia con membri della famiglia che amici, grazie alla tecnologia oggi è anche più semplice 
  3. Organizza e pianifica le tue giornate: anche se sei a casa puoi trovare numerose cose da fare, a partire da tutto quello che hai rimandato, oppure puoi dedicarti a degli hobbies. A livello pratico può essere utile fare una lista di cose da fare, giorno per giorno, che ti aiuterà a focalizzarti meno sulle emozioni negative
  4. Vedi questo periodo come una pausa: tutti abbiamo la sensazione di non avere mai abbastanza tempo, ora invece non ne manca e possiamo dedicarci a ciò che più ci piace fare e senza fretta; di certo alcune attività non sono possibili, ma proviamo a selezionare quelle da poter fare in casa e che ci danno benessere, invece che trascorrere ore con pensieri negativi
  5. Fai ciò che hai rimandato: ci sono attività e cose da fare che tendiamo a rimandare, alcune sono più piacevoli, altre magri meno (ad esempio sistemare lo sgabuzzino!), possiamo però impiegare il tempo anche con queste, che, seppur spesso faticose, ci daranno comunque soddisfazione una volta terminate (e, come dicevamo prima, possiamo prenderci tutto il tempo e la calma che ci occorre). Anche in questo caso una lista da depennare può essere di aiuto.
  6. Fai esercizio fisico: magari non andiamo a correre, viste le importanti restrizioni, ma si possono trovare numerossime fonti, spesso gratuite, per fare sport nella propria casa: ce n’è per tutti i gusti!
  7. Mangia e bevi in modo sano: spesso quando siamo tristi o stressati la nostra alimentazione può venirne influenzata. Evitiamo di mangiare e bere in modo sregolato e sfruttiamo questo periodo come opportunità per prenderci cura di noi e della nostra salute: una maggiore diponibilità di tempo ci permette anche di poter cucinare meglio, di provare piatti nuovi ed elaborati, e a cucinare in casa cosa che spesso compriamo pronte (come dolci, pizza, …), cercando un buon compromesso tra un’alimentazione sana e qualche sfizio!
  8. Leggi e guarda film: queste attività richiedono tempo e di non addormentarsi! Quale periodo migliore di questo per iniziare un bel libro, una serie televisiva o vedere dei film? Molte librerie fanno consegne a domicilio e si trovano anche sconti sugli e-book. Un consiglio: evitate storie che raccontano di pandemie, ciò non farebbe che aumentare il livello di ansia e stress.
  9. Supporta chi sta vivendo un momento particolarmente difficile: come abbiamo già detto prima, questa situazione sta coinvolgendo milioni di persone, aiutare qualcuno (che magari vive da solo, un anziano che non può fare la spesa…) ovviamente nel rispetto delle norme di tutela della salute, aumenta il senso di connessione e anche quello di benessere personale. A volte anche ricevere un messaggio o una telefonata può migliorare l’umore.
  10. Metti alla prova la tua mancanza di speranza: la situazione è difficile, molte persone si ammalano e in alcuni casi il virus è risalutato mortale, dunque prendi sul serio le linee guida imposte dal governo ma ricorda anche che non sappiamo cosa accadrà in futuro: dunque non cercare di predirlo ma focalizzati sul presente, e sui prossimi giorni; non usare le tue attuali emozioni per immaginare come sarà la tua vita il mese prossimo, la Cina ci ha mostrato come le cose siano nettamente migliorate nel loro paese, magari ciò potrebbe accadere anche per noi. 

Ricorda che hai il pieno controllo su quello che fai ogni giorno, e che sono proprio tali attività ad influenzare le tue emozioni e dunque i tuoi pensieri. Mantieniti attivo e se hai bisogno cerca aiuto.


Robert L. Leahy (2020), “Staying Home During the Pandemic: 10 steps to coping with isolation”, Psychology Today